Dal 28 maggio 2001, tutte le novità le trovate nella mailing list riservata

 a chi compila il modulo di iscrizione all'associazione

 

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

*********************************************************

  DK "inforna"

*********************************************************

*********************************************************

 

  La literary-letter italiana degli scrittori

  ideata dall'artista Dyaz Kameron

  tutti i diritti riservati

  ***

 

La prima vera newsletter interattiva degli scrittori aspiranti,

emergenti, praticanti, per i loro fans, per i lettori appassionati e per

chiunque ama e promuove la cultura. La riceverai con scadenza periodica al

tuo indirizzo di posta elettronica.

  ***

 

  Somario

 

Redazionale - Vittima o carnefice?

ABC - La trama?

> > Kripta - Menzogna e sortilegio

> > Operaprima - Malleus in pectore (le ragioni del Diavolo)

> > Manifester - Il viaggio infinito (premiazione dell'omonimo concorso

> > letterario )

 

Anticipazioni: Il prossimo numero sarà dedicato al noir (thriller,

horror...); vi diamo un assaggio consigliandovi di scaricare il racconto "

La lettera" di Dyaz Kameron dal sito:

http://www.neteditor.it/lib/scarica.php?opera=720&dir=1

 

Novità: troverai accanto ad ogni opera recensita o consigliata da DK, il

punteggio che =E8 stato loro attribuito dal Comitato Esaminatore, con i

valori riportati qui di sotto:

 

*Scarso - ***Sufficiente - ** **Buono - *****Discreto -

*** ***Stellare

 

*********************************************************

 

  Redazionale

  a cura di Danny Cavalera

 

 

Vittima o carnefice?

 

E se li fossimo entrambi? Il filo conduttore di questa newsletter e'

"vittima e carnefice". Lungi da chiunque all'interno dello Staff di DK dal

voler esaminare scientificamente il tema ( per un approfondimento

psicologico vi rimandiamo al num. 53 di Riza Scienze, anno 1992) ,

 e senza alcun dilungamento, vi offriamo tra le righe l'alternativa, il

terzo punto di vista del dilemma "vittima o carnefice" attraverso le

nostre proposte letterarie. Questo tema "lega a filo doppio" i personaggi

"santi e malati" di Elsa Morante, immobilizza i polsi del "diavolo"

vittima e carnefice della societa' razzista (e di se stesso) nel libro di

Gallozzi, e ricama il "gioco psicologico" propostoci da Scarli nel suo

sito.

 

La newsletter sta migliorando nella forma e nei contenuti. E sta

crescendo a dismisura! Viene spedita regolarmente anche a redazioni

on-line di periodici culturali in Italia e all'estero. In futuro ci

svilupperemo con un sito e con un e-group, cosi' da diventare una vera e

propria famiglia di scrittori, lettori, editori, promotori e amanti della

cultura che comunicano tra di loro. Buona lettura

 

Danny Cavalera

 

*********************************************************

Scaricate "La Lettera" di Dyaz Kameron dal sito:

http://www.neteditor.it/lib/scarica.php?opera=720&dir=1

 

*********************************************************

 

  ABC

  a cura della Redazione

 

La trama?

 

La trama?, direte voi... e noi qui trattiamo un modello della

letteratura che costituisce, nel 90% dei casi, il filo conduttore di una

storia. Lo avete notato? Qualsiasi narrazione, buona o pessima che sia,

dal giallo, al noir, al rosa, al fantasy, allo psicologico, ruota intorno

ad una conflittualita'. E si puo' tranquillamente affermare che tale

conflittualita' costituisce la linfa vitale della narrativa. In antitesi

con la vita reale, dove la maggiorparte delle cose possono accadere fuori

dal nostro controllo, nella dimensione letteraria lo scrittore non deve

lasciare nulla al caso, per non divenire vittima dei suoi scritti. E' il

Dio Autore, ed ha il controllo di tutto e di tutti. Della giornata di

sole, di un'improvvisa folata di vento, del batito accelerato del suo

personaggio... E' il Dio Autore e, improvvisamente, diviene carnefice dei

suoi personaggi scatenando un improvviso temporale, per creare loro

difficolta'. Gia', perche' nel quotidiano ognuno di noi fa di tutto per

evitare incidenti e conflitti. Ma nel regno letterario dobbiamo

sguazzarci, sporcandoci, come farebbe un bambino in una pozza di fango.

Perche' e' assodato che pochi lettori s'inoltrano in una vegetazione

letteraria "asettica", "biologica", a meno che questa non preveda e

prometta insidie, misteri e conflittualita'.Quanto piu' grande la

conflittualita, tanto piu' appassionante risultera' la lettura. Avete

presente il "e vissero felici e contenti" delle fiabe? La vita dei

protagonisti inizia, ma la storia finisce! Conflitti? Conflitti,

conflitti... intesi come problemi quotidiani, dubbi amletici, scontri

generazionali, tra i due sessi... Un personaggio, un obiettivo e problemi,

e come essi vengano o meno affrontati e risolti.Questo e' il filo

conduttore di un intreccio narrativo valido. Gia', perche' questo in nove

casi su dieci costituisce il filo conduttore della storia.

_________________________________________________________

 

Bibliografia

 

Manuali:

Aut. vari, L'analisi del racconto, Bompiani, 1969;

Mikhail Bachtin, Estetica e romanzo. Un contributo fondamentale alla

"scienza della letteratura", Einaudi, 1979;

 

Dizionari:

Dizionario della lingua italiana, DeAgostini, 1995;

 

********************************************************

 

  Kripta

  a cura di Dyaz Kameron

  dyazkameron@supereva.it

 

 

 Menzogna e sortilegio *** ***

di Elsa Morante (circa 700 pagine)

 

 

Elsa Morante, fra i trenta e i trentacinque anni, ha scritto

l'indiscusso capolavoro della letteratura italiana: "Menzogna e

 sortilegio".

 Iniziando il libro, nella edizione della Einaudi, si consiglia leggere

solo alla fine l'introduzione di Cesare Garboli (e per questo il Garboli

non ce ne voglia): l'introduzione ad un volume ha lo scopo di far

 "entrare" il lettore nel libro, passando per l'autore (autrice, nel

 nostro caso, ndr), e suscitando interesse verso le vicende che staper

essere narrate. Il signor Garboli sembra abbia scritto un saggio per

esperti, lettori che siano a conoscenza di tutti i particolari del romanzo

e della storia della critica del romanzo, nonche'ovviamente profondi

conoscitori dell'intera opera di Elsa Morante...benissimo, ma allora

perche'chiamarla "Introduzione"? Se qualcuno avesse solo voglia di leggere

il romanzo, dopo lo scritto di Garboli, potrebbe abbandonare la lettura

alla ricerca di un testo meno impegnativo. Quindi, leggiamo prima il

romanzo: la scrittura e' ricca, ma mai sovrabbondante; intensa, ma

chiarissima e coinvolgente, ipnotica. Finito il libro, ci si trova senza

parole, ancora tesi ad ascoltare la voce della protagonista Elisa, che

invece non ha piu' nulla da raccontare. Il romanzo "Menzogna e sortilegio"

ha diverse chiavi di lettura, come per tutti i grandi libri. Ne proponiamo

tre:

 

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

  Indagine psicologica

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Ogni personaggio e' in qualche modo "santo e malato", e' vittima e

carnefice, piu' o meno inconsapevole. Potremmo

chiederci chi o cosa è responsabile di questi circoli che non si

chiudono, di queste incongruenze che portano

sofferenze e angosce nel mondo ma anche passione e spiritualita'

estreme. Si potrebbe da questo punto partire e cercare nel libro una

sorta di Destino che governa le vite dei mille personaggi che

incontriamo - a proposito di Destinoe' impossibile non pensare alla

chiusura del romanzo, che non poteva essere altra.

 

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

  Indagine sociologica

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Attraverso le accuse di Elsa Morante nei

confronti della societa' e delle disparita' sociali. Qui la Morante ci

vuole far capire che tutti i tormenti dei personaggi si risolverebbero se

fossimo in una societa' piu' giusta ed equa, senza disuguaglianze di

alcuna sorta. Ma sarebbe riduttivo attribuire a "Menzogna e sortilegio"

solo un intento politico. E' vero che la distanza sociale ed economica

impedisce ad Anna ed Edoardo di amarsi, ma e' lecito chiedersi se i

tormenti della povera Anna sarebbero spariti se solo lei fosse stata ricca

quanto lui: il comportamento di Edoardo in societa' sembra smentire una

tale ipotesi. Inoltre, per quale causa soffre Francesco? Solo per la sua

poverta' e per la miseria delle sue origini? Sembra di no, quello che lo

separa da Anna non e' la sua poverta', e' la sua bruttezza (causata dal

vaiolo) e, ancor piu' semplicemente, il fatto di amare senza essere

riamato. Francesco e' stato sfigurato dal vaiolo: dire che Elsa Morante ha

solo voluto mostrare le iniquita' sociali in questo romanzo equivarrebbe

ad attribuirle l'intento di esaltare i progressi della scienza medica che

impediscono oggi di essere sfigurati dal vaiolo!

 

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

  Indagine sull'ambientazione storica

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

 Tralasciando quella di Garboli

(che approfondirete per conto vostro), a prescindere dalle carrozze o

dalle automobili che troviamo, l'ambientazione potrebbe situarsi

nell'indefinito, nel regno del SEMPRE che e' proprio delle favole. Infatti

qui troviamo le passioni che spingono da sempre gli uomini a rincorrersi,

ad amarsi e ad odiarsi. Troviamo le grandi opposizioni: la miseria di Anna

e di Francesco contrapposta alla ricchezza e alla nobilta' dei Cerentano,

troviamo la bellezza di Anna ed Edoardo contrapposta alla bruttezza di

Francesco, troviamo infine l'amore di

 Francesco per Anna (e di Anna per Edoardo) contrapposto al disinteresse,

se non all'odio, di Anna per lo stesso Francesco (e di Edoardo per Anna).

Infine troviamo altri personaggi, anch'essi riconducibili a tipi classici,

come Rosaria, o la figura triste e solitaria della mogli dell'oste

Gesualdo, costretta in una prigionia a causa della gelosia del marito, che

fa la sua flebile apparizione solo con una voce meravigliosa. Ma si puo'

leggere il libro anche senza cercare qualcosa di definito; si puo'

ascoltare Elisa narrare la sua storia stando bene attenti a quello che

Elsa Morante vuole dire a noi, solo a noi: c'e' a chi parla di amore e di

follia, a volte cosi' intrecciati fra loro da essere indistinguibili; a

chi di una profonda comprensione dell'animo umano, a volte messa in dubbio

pero' dalla stessa Elisa narratrice. Ogni personaggio meriterebbe un

saggio a parte, ogni episodio e' cosi' denso che meriterebbe un

approfondimento. Il "sortilegio" di cui la Morante ci parla ognuno puo'

scegliere di interpretarlo come vuole: quello di Anna su Elisa, o su

Francesco?; il sortilegio di Edoardo su Anna e sulla madre, o il

sortilegio di Elisa sui lettori?

 

 

*********************************************************

 

  Operaprima

  a cura dell'autore e della Redazione

 

 

Malleus in pectore (Le ragioni del diavolo) ***

di Gallozzi Ferdinando, ed. 1994, Beta Edizioni

fgallozzi@libero.it

 

 

"Un libro che l'editore ha... cercato di nascondere in una

collana esoterica per svilirne la pericolosita'...

Un libro che rifugge dall'ipocrisia di convinzioni imposte

per decreto dachi detiene la forza per imporle

come assiomi e verita' rivelate,

fondamentali e non come dei semplici postulati...

Un libro di piacevole lettura in veste di romanzo giallo

la cui trama si svolge nella Romacontemporanea.

Personaggi comuni, che tutti noi possiamo incontrare

e riconoscere per le strade, nei ministeri,

nelle chiese e nei conventi della capitale."

 

L'autore, nato a Cortale (CZ) il 21.04.1946, parte dalla rielaborazione

del "Malleus Maleficarum", il libro della Santa Inquisizione e della

caccia alle streghe e lo colloca ai giorni nostri. Ipotizza che le streghe

ci siano ancor oggi e le identifica in quelle donne che hanno

comportamenti sessuali per lui "insani e impuri" e, come dice il "Malleus

Maleficarum": "Le donne streghe amano accoppiarsi sessualmente col diavolo

sotto forma di animale". L'opera, inserita nella collana esoterica (per

vendere di piu'?, ndr), E' tutt'altro che misteriosa. O almeno non lo e'

di piu'delle normali vicende della vita (e della morte) che ci attorniano.

L'autore ha usato il "Diavolo" con l'espediente di trattare il tema del

razzismo, piaga sociale" dei nostri tempi. Razzismo vissuto dall'autore

 in primis come vittima (bimbo "TERRONE" fuori della sua regione), poi

come carnefice (che manifesta con "strane" repulsivita' verso gli

stranieri sul suolo italiano, ai quali attribuisce la colpa della sua

infelicita' sessuale. La concorrenza sessuale nel razzismo vissuto nei

panni di vittima e di carnefice il tema dominante del libro. E' un tema

tabu' per motivi morali e di convivenza in un'epoca in cui le popolazioni

piu' disparate si ritrovano nel quotidiano a convivere, sgomitandosi. Il

Gallozzi s'imbatte nel dilemma di lasciar fare e ritrovarsi in un mondo

unico con una etnia unica, o di conservare qualcosa della propria cultura

e dei propri caratteri etnici. Ma e' anche disagio sociale, difficolta' di

comunicazione... solitudine.

 

"Questo 'diavolo' puo' avere le sue ragioni?

Ma chi e' il diavolo?

Cos'e' bene e cos'e' male?"

Questa rubrica prevede consigli redazionali agli autori, che vengono

postati in via del tutto riservata agli interessati. Potete indirizzare i

vostri commenti alla redazione di DK oppure chiedere informazioni,

spiegazioni e muovere critiche costruttive direttamente allo scrittore:

 fgallozzi@libero.it

*********************************************************

 

  Il sito degli zoccoli

  con la collaborazione di Ilaria Marino

  ilarimar@supereva.it

 

 

 I Giochi psicologici ***

di Scarli

 

 

 http://www.123point.net/001topzine/formazio/arform27.htm

 

 

*********************************************************

 

  Manifester

  con la collaborazione di Ilaria Marino

  ilarimar@supereva.it

 

 

Il viaggio infinito V^ ed. ****

 

www.artistiuniti.htm

 

 

Premio nazionale itinerante destinato a produzioni cinematografiche, =

testi teatrali, programmi culturali per la televisione, opere di =

narrativa e poesia. La premiazione di questa quinta edizione avverra' a

Firenze il 13 giugno prossimo, nel Palazzo Medici Riccardi alle ore 17.00.

Tra i giurati, si annoverano Toe Mercurio e Carmen Lasorella. Siamo

invitati a presenziare. Per partecipare alla prossima edizione del

concorso in prima persona, si dovra' attendere ottobre.

 

*********************************************************

 

Scarica "La Lettera" di Dyaz Kameron dal sito:

http://www.neteditor.it/lib/scarica.php?opera=720&dir=1

 

  > > Allega questa newsletter alle e-mails che spedisci< <

 

*********************************************************

 

Per iscrivere i tuoi amici e i tuoi parenti, o semplicemente perche'

vuoi continuare a ricevere DK "inforna", invia un messaggio a

dannycavalera@tin.it , e scrivi nell'oggetto: "DK iscrivi" inserendo

solo gli indirizzi e-mail di chi ricevera' la newsletter (es.

filippo.pippo@server.it). Avvisaci delle anomalie nei testi, e informaci

se ricevi piu' numeri della stessa newsletter. Le informazioni e le

modalita' di spedizione avvengono nel pieno rispetto delle vigenti leggi

sulla privacy.

 

Vuoi fare pubblicita'? Scrivi a dannycavalera@tin.it - oggetto: "DK

banner"

 

Per collaborare, partecipare a sondaggi, esprimere la tua opinione,

contatta dannycavalera@tin.it e ricorda di scrivere nell'oggetto: "DK

collabora" In tal modo si da' il consenso al trattamento dei dati

personali come da leggi vigenti.

 

To unsubscribe, send an empty mail to dannycavalera@tin.it

 

*********************************************************

*********************************************************

La diffusione del materiale e' permessa, a patto che se ne citi la

fonte (DK "inforna" dannycavalera@tin.it ) e gli autori. E' vietato

riprodurre le fatiche creative dei collaboratori di DK, senza il

consenso degli interessati, o per fini di lucro. Tutti i diritti

riservati. La diffusione del materiale è permessa, a patto che se ne citi

la fonte (DK "inforna" dannycavalera@tin.it"). E' vietato riprodurre le

fatiche creative dei collaboratori di DK, senza il consenso degli

interessati, o per fini di lucro.

 

********************************************************

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Scarica gratis il racconto di Dyaz Kameron: "La lettera" dal sito:

http://www.neteditor.it/lib/scarica.php?opera=720&dir=1

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

********************************************************

 

 


1) L'Agenzia letteraria Il Segnalibro promuove il seminario "Il redattore

nelle case editrici e nelle agenzie letterarie" che si terrà i giorni 1,

2, 3 giugno 2001, full time. Interverranno Claudio M. Messina (Biblioteca

del Vascello), Pierpaolo Serarcangeli (Serarcangeli Editore), Simone

Caltabellota (Fazi Editore). Il costo è di Lit. 800.000 Le iscrizioni sono

rigorosamente a numero chiuso. Per informazioni telefonare allo

06-35400912 e-mail: contatto@ilsegnalibro.it

 

 

2) Corso di Redazione in Agenzie Letterarie e Case Editrici:

 

Il corso intende fornire una preparazione specifica per quanto riguarda la

formazione del consulente letterario in una casa editrice e un'agenzia

letteraria. Le lezioni abbineranno la teoria alla pratica nell'obiettivo

del raggiungimento di una preparazione concreta. I docenti sono tutti

professionisti del settore. L'impronta delle lezioni prende le distanze da

un ozioso accademismo ponendo l'accento, invece, sull'inserimento nel

mondo del lavoro e sulle problematiche di questo settore. Le numerose

esercitazioni serviranno ad applicare quanto appreso e, eventualmente,

correggere il tiro. Alla fine del corso, gli allievi migliori potranno

collaborare con l'agenzia e partecipare a un tirocinio presso una delle

case editrici che partecipano all'iniziativa.

 

Durata: 20 lezioni di 2 ore ciascuna, per complessive 40 ore.

Le lezioni avranno luogo presso il Class Hotel, in via A. Fusco 118,

Roma. Inizio lezioni: 17 settembre 2001. Costo: Lit. 1.200.000

 

GUEST INSTRUCTORS

Claudio Maria Messina (Robin)

Marco Cassini (Minimum Fax)

Daniela Di Sora (Voland)

Simone Caltabellota (Fazi Editore)

Livia Senni (Fazi Editore)

Pierpaolo Serarcangeli (Serarcangeli Editore)

 

PROGRAMMA

 

CENNI SULL'EDITORIA

Editori o imprenditori? Le politiche editoriali, i generi, le collane.

Monopoli e resistenze. La crisi del libro. L'ascesa degli aspiranti

scrittori. Il caso Random e i best seller. americani, il caso della beffa

all'editore francese Plon. L'agenzia letteraria e le sue problematiche. La

speculazione nel settore.

 

 

IL CONSULENTE LETTERARIO E IL REDATTORE EDITORIALE

Il consulente letterario: analisi del testo e scheda di valutazione.

Le norme legislative in materia editoriale. I diritti d'autore.

Editing e riscrittura.

La redazione di una casa editrice.

L'Ufficio Stampa e i rapporti con i giornali e le associazioni.

Le relazioni esterne, rapporti con autori e case editrici.

 

LA DISTRIBUZIONE E LE LIBRERIE

 

ELEMENTI DI GRAFICA EDITORIALE:

I caratteri e le misure tipografiche.

La supervisione del progetto grafico.

La stampa: formato, taglio, colore.

Tipografia: cenni di fotocomposizione.

Stampa e allestimento.

 

IL LIBRO AI TEMPI DI INTERNET

E-commerce e ricerche.

 

ESERCITAZIONI PRATICHE

Lettura e scheda di valutazione di un dattiloscritto.

Correzione di bozze.

Controllo di una cianografica.

Editing di un testo.

Preparazione di una quarta di copertina.

Progetto grafico di un libro.

Stesura di un comunicato stampa.

Esercitazioni varie da svolgere in aula.

 

Per informazioni rivolgersi allo 06/35400912

e-mail: contatto@ilsegnalibro.it


Ti invitiamo alla presentazione della nuova rivista di narrativa:

 

LA LUNA DI TRAVERSO

Mercoledì 28 Marzo 2001, ore 18.30

 

Sala Congressi di Palazzo Soragna

(Unione Parmense degli Industriali)

Strada al ponte Caprazucca 6/A, Parma.

 

 

 

La luna di traverso - laboratorio di narrazioni -

 

Una nuova rivista di narrativa esce a Parma. E lo fa alla grande,

avvalendosi della collaborazione di alcune tra le migliori penne della

provincia emiliana. Nata come costola della prestigiosa "Palazzo

Sanvitale", la rivista di letteratura e critica, diretta da Guido Conti,

"La luna di traverso" è un progetto ambizioso che ha l’obbiettivo di

proporre una narrativa dinamica, forte ed accattivante. Originata dalla

volontà di un gruppo di autori e lettori insieme, la rivista si offre come

contenitore e vetrina di scritture e racconti brevi, che non

necessariamente si identificano in una certa editoria dei nostri giorni.

La volontà è quella di mettere in evidenza autori noti e meno noti, che

vogliano confrontarsi con un vasto pubblico. L'entusiasmo è quello di un

gruppo affiatato e multiforme che ha voluto mettersi in gioco e farsi

sentire lontano. E, allora, che le letture abbiano inizio...

 

 

Per ogni informazione e per comunicare o collaborare con la redazione,

scrivi all'indirizzo lalunaditraverso@tin.it, oppure all'editore "Il

cavaliere azzurro", strada Naviglia 48, 43026 S.Lazzaro P.se.


Comunicato stampa

"Premio di narrativa Arturo Loria e iniziative collegate"

Carpi, sabato 18 novembre 2000

 

Sabato 18 novembre, in occasione della 4a edizione del Premio Loria -

dedicato al racconto edito e inedito - è stata organizzata una giornata di

riflessione sull'insegnamento della scrittura creativa. E' la prima volta

che, dopo il fiorire di scuole di scrittura che si è manifestato negli

ultimi anni in Italia, insegnanti, scrittori, organizzatori, si incontrano

per discutere sui metodi di insegnamento della narrazione. Ma attenzione:

i docenti non sono solo coloro che insegnano nei corsi "privati" delle più

note scuole di scrittura. Al convegno saranno presenti anche insegnanti di

scuole medie superiori - ma una presenza è riservata anche a chi si è

preoccupato di insegnare a scrivere l'italiano all'Università! - che si

sentono chiamati a informarsi e aggiornarsi sull'argomento anche dalla

recente riforma dell'esame di maturità.

 

Nel primo anno dell'autonomia scolastica, la scuola sente il bisogno di

cambiare rotta e di proporre progetti pilota come quello di Guido Conti e

Remigio Galli (già presentato a Strasburgo al Consiglio d'Europa nel

gennaio 2000) che hanno fatto scrivere ai ragazzi delle superiori alcuni

libri di racconti poi stampati con la tecnica innovativa del "Print on

demand": un modo per coniugare la tradizionale attività didattica alle

nuove tecnologie, mettendo a fuoco i problemi di sempre dell'insegnamento

non della scrittura ma delle scritture.

 

Un'altra interessante presenza è quella di alcuni archivisti che - sotto

l' egida della Regione Lombardia, in un progetto pilota in funzione da due

anni - stanno imparando a scrivere le storie che raccontano i documenti

sui quali lavorano quotidianamente. Per loro la scrittura creativa

significa, molto concretamente, ricostruire la Storia, per poi divulgarla.

E' possibile travasare questo esperimento nelle scuole? E ancora. La

scrittura creativa potrebbe arrivare nei licei più sperimentali e

aggiornati? Con quali metodi di insegnamento? Sviluppando quali criteri?

Leggendo quali libri e quali autori? L'incontro di sabato 18 novembre

proverà a rispondere a queste domande. Il progetto della giornata, in

collaborazione con il Comune di Carpi, l' Assessorato alle politiche

culturali, la Biblioteca Comunale e la Libreria la Fenice, è di Laura

Lepri, quest'ultima curatrice del volume "Panta - Scrittura creativa"

edito da Bompiani, la cui 3a ristampa uscirà a metà novembre. E' prevista

la partecipazione di: Annio Gioacchino Stasi (scuola "Omero" di Roma;

Cristina Gavagnin (Università di Venezia); Giulio Mozzi (Scrittore);

Daniela Fusari (Insegnante); Remigio Galli (Insegnante); Guido Conti

(Scrittore); Marco Vacchetti (Scuola "Holden" di Torino); Francesco

Cattaneo (Archivista); Ernesto Ferrero (Scrittore). Gli atti dell'incontro

saranno pubblicati sulla rivista "Palazzo Sanvitale" diretta da Guido

Conti. La sede è presso l'Auditorium di San Rocco, via San Rocco, 5. Dalle

10 alle 13 e dalle 15 alle 18. La Serata Loria durante la quale verranno

consegnati i premi per le due sezioni del racconto edito e inedito si

svolgerà sabato 18 novembre presso il Teatro Comunale, Piazza Martiri, con

inizio alle ore 21. Il Premio nazionale di narrativa "Arturo Loria"

dedicato al racconto è giunto alla quarta edizione in un crescendo di

partecipazione da parte degli scrittori e del pubblico (413 racconti

inediti pervenuti, 50 volumi di racconti). Nella Serata Loria i

protagonisti saranno gli scrittori finalisti e vincitori delle due sezioni

del premio, che saranno presentati dallo scrittore e giornalista del

quotidiano "La Stampa", Mario Baudino.

 

Il vincitore della sezione inediti è Marcello Pini, giovane studente

universitario nato a Carpi e residente a Modena, autore del racconto

"Melko".

 

I finalisti della sezione editi sono:

Giulia Alberico per il volume "Madrigale" edito da Sellerio; Antonio Prete

per il volume "L'imperfezione della luna" edito da Feltrinelli; Serena

Vitale per il volume "La casa di ghiaccio. Venti piccole storie russe"

edito da Mondadori. Ospite d'eccezione della Serata Loria sarà l'attore

David Riondino che leggerà testi di Arturo Loria tratti dai suoi racconti.

 

Sono previsti interventi musicali del duo Desperanto diretto da Paolo

Simonazzi.

 

 

Questo comunicato stampa è stato indirizzato a 10.000 indirizzi ad

interesse letterario in Italia.


QUELLI DI GOLDRAKE

100% official newsletter

bollettino a cadenza assolutamente casuale - n°1 - ottobre 2000

 

 

Premessa

Anch'io odio ritrovarmi la casella di posta elettronica piena di messaggi

che non m'interessano, quindi se non volete ricevere più il bollettino,

avete solo da dirmelo (basta un'e-mail vuota con oggetto LEAVE ME o quel

che vi pare). Però, vi prego, arrivate fino in fondo. Premessa II (a mo'

di scusa - e vai con la prima citazione!) Questa specie di bollettino si

appoggia al sito www.malabaila.tsx.org che vi consiglio di visitare.

Uscirà quando meno ve lo aspetterete, ma non troppo spesso. Non voglio

diventare un tormento pubblico :-) Cosa troverete? Soprattutto

informazioni sul romanzo Quelli di Goldrake, retroscena, aneddoti,

recensioni, novità, divertimenti, e cose simpatiche varie. Il tutto

assolutamente gratis, ovvio. Se potessi, vi pagherei pure. Quelli di

Goldrake: che è 'sta roba? E' il mio romanzo d'esordio, pubblicato

quest'anno da Michele Di Salvo (www.disalvoeditore.it). Partecipa al

Premio Internazionale Nuova Letteratura che spero di vincere. A rendere il

progetto ancora più multimediale, la possibilità di acquistare il libro

anche in Rete, alla pagina www.disalvoeditore.it/novita.htm oppure al sito

di Internet Bookshop Italia (www.internetbookshop.it). Le pagine sono 192,

il prezzo è di lire 16000, il codice ISBN è 88-87452-38-5. (Okay, vi

prometto che d'ora in poi non vi propinerò più della pubblicità così

bieca! Il mio obiettivo è prima di tutto quello di farmi conoscere, per

vendere un milione di copie c'è tempo...) Ma già che ci siamo, finiamo le

formalità... Scheda di presentazione di Quelli di Goldrake (solo per farvi

un'idea) SEI SVOGLIATO. NON SAI COSA FARE. RIMPIANGI I TEMPI DI GOLDRAKE.

LASCI TUTTO E RICOMINCI. CONOSCI L'AMICIZIA. VUOI DIVENTARE UN CANTANTE DI

SUCCESSO. CONOSCI L'AMORE. TI DISTRUGGERA'. O FORSE NO. E' possibile che

un ragazzo uscito da un album Panini e una bionda Cappuccetto Rosso

appaiano all'improvviso e ti cambino il corso della vita? E' quello che

non sospetta l'anonimo protagonista del romanzo, annoiato e già deluso,

alle soglie dell'età adulta ma irreversibilmente legato alla propria

infanzia, ai lontani tempi di Goldrake, scrigno di tesori ormai persi.

Sullo sfondo di una metropoli matrigna, si compie la parabola di colui che

si rivela l'ultimo dei romantici, un antieroe sempre fuori tempo rispetto

alla realtà. Un romanzo generazionale in cui fanno breccia i buoni

sentimenti ma anche un sotteso senso di ribellione, in cui l'amore è

incomprensibile e forse proprio per questo indimenticabile, in cui

l'amicizia e la musica sono le ultime possibilità di salvezza. Una storia

che sembra smentire i sociologi che negli anni '80 profetizzavano

l'avvento di una "Generazione Goldrake" cinica e violenta. Ops, non mi

sono presentato... Mi chiamo Andrea Malabaila, ho 23 anni, sono di Torino,

studio Scienze della Comunicazione, da vari mesi collaboro con la rivista

letteraria Prospektiva (www.prospektiva.it) che potete trovare nelle

librerie Feltrinelli e non solo. Ho due tartarughe, nessun fratello,

nessuna sorella. Sogno di scrivere come Salinger. Adoro il cioccolato, la

farinata, il Piccolo Principe e le canzoni di Lennon/McCartney. Vorrei

guidare il vecchio Goldrake e usare un'alabarda spaziale per sconfiggere

quei cattivoni di Vega.

 

La prossima volta sarò più simpatico, ve lo prometto. Se avete

perplessità, scrivetemi. Se siete cugini di Mondadori, raccomandatemi :-)

Se qualcuno ha qualche idea o suggerimento o eredità che non sa come

usare, batta un colpo!

 

Un salutone e che la fantasia sia con voi!

Andrea Malabaila

www.malabaila.tsx.org

 

P.S.: ATTENZIONE! QUESTA E-MAIL PORTA MOLTA FORTUNA! PIU' LA DIFFONDETE E

PIU' FORTUNA AVRETE. RISULTATO GARANTITO. NESSUNA CONTROINDICAZIONE. Ecco

alcuni esempi che ne confermano l'efficacia: A Buenos Aires, un'anziana

signora ha inoltrato questa e-mail a 10 persone e dopo pochi giorni ha

scoperto di essere la figlia segreta della Carrà. La vedremo per la

puntata del 6 gennaio, preparate già i fazzoletti. A Suzuka, un noto

pilota tedesco ha spedito 20 di queste e-mail e ha vinto il mondiale di

Formula 1, battendo un collega finlandese che l'aveva cestinata senza

leggerla. Diffondete ragazzi, diffondete...

 

Coretto di chiusura:

va' distruggi il male va' (Goldrake!)

 

 



From: &#9;"Julio Cesar Monteiro Martins" <jmontei@tin.it>

To: &#9;"Araba Fenice" <afenice@tiscalinet.it>

Subject: &#9;Sagarana

Date sent: &#9;Sun, 15 Oct 2000 17:16:08 +0200

 

SAGARANA

 

Cari amici di Araba Fenice,

 

scusa per questa intrusione, ma volevo semplicemente informarvi

dell'uscita del N° 1 della Rivista Sagarana, un trimestrale culturale

on-line che pone un accento sul mondo letterario. Il periodico non solo

offre un ampio e nutrito corpo di testi su ciò che "è" e "fa" arte e

cultura nel mondo, ma vuole anche essere la voce portante del progetto ben

più grande della Scuola Sagarana. La maggior parte di articoli, testi di

narrativa o poesia di nuovi autori o di quelli già affermati, italiani e

stranieri, sono pubblicati in anteprima sulla Rivista, insieme ad altri

testi che nonostante il loro valore sono ancora poco conosciuti.

 

Oltre agli spazi tradizionali ci sono anche due spazi creati in sintonia

con la prospettiva di apertura estetica e filosofica che caratterizza da

sempre il nostro progetto: la sezione "Ibridazioni", dove saranno

presentati testi di autori non-italiani che scrivono nella nostra lingua,

e la sezione "Dicas", parola del gergo carioca, che significa "dritte"

culturali, ossia suggerimenti e informazioni. Con questa stessa funzione

la parola "Dicas" è stata usata per la prima volta da "O Pasquim"

settimanale satirico di opposizione alla dittatura militare di Rio de

Janeiro degli anni sessanta e settanta. Il titolo "Dicas" è quindi un

omaggio ad un'estinta pubblicazione di resistenza politica e culturale con

la speranza che anche la Rivista Sagarana, nell'Italia del Ventunesimo

secolo, possa aspirare a una missione di simile rilievo.

 

In questo modo, possiamo dare a voi che leggette, navigando nel sito della

Sagarana, la garanzia di trovare sempre materiale letterario e informativo

originale di alta qualità e di sicuro interesse.

 

Grazie e buona lettura

 

La nostra home-page è www.sagarana.com

 

PS. Anche il sito della Scuola Sagarana è accessibile dallo stesso

indirizzo web ed è stato aggiornato recentemente con tutti i corsi e le

attività per l'anno 2001.

 


Date sent: &#9;Thu, 5 Oct 2000 19:16:53 +0200

Subject: &#9;Recensione di "Passione immortale" Loriana Lana

From: &#9;"mry.miriam@libero.it"<mry.miriam@libero.it>

To: &#9;afenice@tiscalinet.it

 

Salve!

Mi chiamo Miriam Bendìa.

Ho 26 anni e sono una scrittrice esordiente.

A Novembre uscirà il mio primo libro, "L'isola che c'è", con le

Edizioni Pixel Jewels.

Volevo segnalarvi una casa editrice "esordiente", ma molto seria e

professionale.

Si tratta appunto delle Edizioni Pixel Jewels, una casa editrice

esordiente di nome ma non di fatto!

Il loro direttore editoriale, la Dott.ssa Claudia Pozzessere, infatti

lavora in questo campo da molti anni ormai. Ha gestito ad esempio la casa

editrice Jouvence, soprattutto universitaria ma non solo. Per non parlare

della direttrice grafica, Laura Ferranti, semplicemente geniale! Basta

dare un’occhiata alle sue copertine per rendersi conto del suo talento! Io

sto pubblicando con loro il mio primo libro e mi sto trovando benissimo!

Prima pubblicavano i loro libri in coedizione con la casa editrice

Jouvence, con il marchio EPJ ( Edizioni Pixel Jouvence ). Lo studio di

editoria e grafica Pixel Press ha recentemente deciso di distaccarsi

completamente dalla Jouvence e di muovere i primi passi da solo! Così

nasce la Pixel Jewels, poichè I LIBRI, tra le varie attività dello studio,

SONO APPUNTO I GIOIELLI DELLA PIXEL! Vi mando in allegato una recensione

di un loro libro uscito da qualche mese, se lo troverete interessante

vorrei chiedervi di inserirlo tra le vostre recensioni!!!!! Si tratta del

libro "PASSIONE IMMORTALE" DI LORIANA LANA, vi mando anche la copertina!

 

 Sono molto contenta di averli incontrati, dopo 10 anni di disavventure

con le case editrici di tutta Italia! Finalmente ho trovato una casa

editrice che non è interessata ai miei soldi ma alla mia scrittura. Sto

infatti pubblicando con loro senza dare nessun contributo, anche perchè

tra noi si è instaurato subito un bel rapporto, credono nel mio libro e

non pensano di rimetterci con le spese pubblicandolo!

 

Vi mando anche i loro dati:

Edizioni Pixel Jewels

Via Monte Santo n° 7 00195 Roma

Telefono e fax 0637354812

e-mail: pixelpress@tin.it

web site: www.pixelpress.it

 

direttore editoriale Dott.ssa Claudia Pozzessere

e-mail: c.pozzessere@hotmail.it

 

edizioni:

scritture di donne e Women studies, narrativa (collana Spazio Aperto

riservata soprattutto agli autori esordienti), monografie, saggistica,

studi storici e politico-sociali, periodici, cataloghi d’arte, libri

fotografici

 

La casa editrice è molto interessata a valutare inediti.

Si tratta di una casa editrice che riserva un occhio di riguardo agli

autori esordienti, come dicevo (&ldots;come me!!!!) e alla letteratura

femminile, libri scritti da donne (ma non solo!) per le donne (ma non

solo!)&ldots;

Grazie x l’attenzione e buon lavoro!

Miriam Bendìa


Date sent: &#9;Fri, 8 Sep 2000 13:22:21 +0200

 

Gentile redazione,

desidero segnalare due nuove iniziative dell'agenzia letteraria Il

Segnalibro. La prima riguarda la nascita di una

nuova rivista letteraria, Il Laboratorio del Segnalibro, di cui vi

fornisco i dati essenziali.

 

Il Laboratorio del Segnalibro

Obiettivo libri, un filo diretto tra autori ed editori

Trimestrale

Anno di fondazione: 2000

Direttore responsabile: Ruggero Bruno Fontana

Prezzo: Lit. 10.000 - Vendita per abbonamento e in libreria

Abbonamento annuo: 40.000

Indirizzo: Via Ugo De Carolis 70 - 00161 Roma. Tel. 0635400912

E-mail: contatto@ilsegnalibro.it

Contenuto: Cultura e informazione editoriale, racconti e poesie di autori

esordienti e non, recensioni, calendario di premi letterari,

manifestazioni, premi.

 

Ulteriori informazioni, compresi alcuni articoli, potete trovarli sul sito

www.ilsegnalibro.it

 

 

La seconda iniziativa riguarda il primo Corso di Redazione in Agenzia

Letterarie e Case Editrici:

 

Il corso intende fornire una preparazione specifica per quanto riguarda la

formazione del consulente letterario in una casa editrice e un'agenzia

letteraria. Figure professionali con una competenza specifica. Le lezioni

abbineranno la teoria alla pratica nell'obiettivo del raggiungimento - da

parte dei partecipanti - di una preparazione concreta. I docenti sono

tutti professionisti del settore. Infatti, l'impronta delle lezioni prende

le distanze da un ozioso accademismo ponendo l'accento, invece,

sull'inserimento nel mondo del lavoro e sulle problemtaiche di questo

settore. Le numerose esercitazioni serviranno ad applicare quanto appreso

e, eventualmente, correggere il tiro. Alla fine del corso, gli allievi

migliori potranno collaborare con l'agenzia e partecipare a un tirocinio

presso la casa editrice Minimum Fax.

 

Durata: 20 lezioni di 2 ore ciascuna, per complessive 40 ore.

Le lezioni avranno luogo il lunedì e il venerdì dalle ore 18 alle ore 20,

presso la sede dell'A genzia letteraria Il Segnalibro, via Ugo De Carolis

70, Roma. Inizio lezioni: 18 gennaio 2001 Quota di partecipazione: £

900.000 + IVA

 

GUEST INSTRUCTORS

Claudio Maria Messina (Robin)

Marco Cassini (Minimum Fax)

Daniela Di Sora (Voland)

Simone Cantabellotta (Fazi Editore)

Livia Senni (Fazi Editore)

Pierpaolo Serarcangeli (Serarcangeli Editore)

 

PROGRAMMA

 

CENNI SULL'EDITORIA

Editori o imprenditori? Le politiche editoriali, i generi, le collane.

Monopoli e resistenze. La crisi del libro.

 L'ascesa degli aspiranti scrittori. Il caso Random e i best seller

americani, il caso della beffa all'editore francese Plon.

 L'Agenzia letteraria e le sue problematiche. La speculazione nel settore.

 

 

IL CONSULENTE LETTERARIO E IL REDATTORE EDITORIALE

Il consulente letterario: analisi del testo e scheda di valutazione.

 Le norme legislative in materia editoriale. I diritti d'autore.

 Editing e riscrittura.

 La redazione di una casa editrice.

L'Ufficio Stampa e i rapporti con i giornali e le associazioni.

 Le relazioni esterne, rapporti con autori e case editrici

 

 LA DISTRIBUZIONE E LE LIBRERIE

 

ELEMENTI DI GRAFICA EDITORIALE:

I caratteri e le misure tipografiche

La supervisione del progetto grafico

La stampa: formato, taglio, colore

Tipografia: cenni di fotocomposizione

Stampa e allestimento

 

IL LIBRO AI TEMPI DI INTERNET

E-commerce e ricerche

 

ESERCITAZIONI PRATICHE

Lettura e scheda di valutazione di un dattiloscritto

Correzione di bozze

Controllo di una cianografica

Editing di un testo

Preparazione di una quarta di copertina

Progetto grafico di un libro

Stesura di un comunicato stampa

Esercitazioni varie da svolgere in aula

 

 

Per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento potete contattare me o

direttamente Il Segnalibro.

 

Certa di fornire informazioni utili ai vostri utenti, Vi sarei grata se

vorreste inserire le suddette iniziative nelle rubriche ad esse dedicate.

 

Cordiali saluti

From: &#9;"Emanuela Rossi" <emanuela.rossi@tiscalinet.it>


Sono un autore esordiente e volevo segnalarvi

è disponibile in libreria il mio primo romanzo

RALF, edito da Taurus Editore di Torino, e

vincitore del concorso letterario "Cercasi Autore".

"Maurizio J. BRUNO" <mjbruno@mael.it>

 

TITOLO: RALF

AUTORE: Maurizio J. BRUNO

EDITORE: Taurus - Torino

PAGINE: 200

PREZZO: L. 15.000 [Euro 7.75]

ISBN: 88-87283-06-0

 

Di seguito trovate una breve descrizione

del romanzo (già recensito dal Mattino e dal

settimanale Salerno2000) e in allegato è

disponibile la sua copertina.

 

Maggiori dettagli (presentazione,

recensioni, reperibilità, serate di presentazione etc.)

sono disponibili sul mio sito internet:

http://web.tiscalinet.it/mjbruno

 

 

 

Vi faccio inoltre presente che sono ideatore

e responsabile del sito internet

"Il Rifugio degli Esordienti"

[ http://rifugio.freeweb.org ] interamente

dedicato agli scrittori dilettanti italiani,

che fornisce gratuitamente servizi, informazioni

e strumenti e riceve oltre 1500 visite al mese,

 

=============================================

RALF

Il lavoro, apparentemente differente, di due gruppi

di ricerca universitari, uno in Italia e l’altro

negli Stati Uniti, viene bruscamente interrotto da

una serie di eventi misteriosi.

Marco Ranieri, giovane ingegnere italiano, ideatore

del piccolo robot intelligente RALF, sembra essere

al centro di interessi ben più ampi di quelli che

possono girare intorno ad un piccolo laboratorio

universitario e alle ricerche puramente accademiche

che vi si svolgono.

Alla vigilia della sua partenza per l’università

americana, dove potrà continuare gli studi iniziati

in Italia, Marco viene contattato da un misterioso

individuo. Contemporaneamente computer del labo-

ratorio statunitense sono infettati da un terribile

virus.

Ha così inizio un’avvincente spy-story che si

intreccia con la vita già poco tranquilla di

Marco e Lisa, anch’ella prossima alla laurea in

ingegneria, e di tanti altri personaggi.

Una vicenda senza dubbio coinvolgente, sia per gli

aspetti umani che per l’intreccio dei misteri nei

quali vi imbatterete scorrendo le sue pagine.

RALF è perciò un libro che può essere letto in

diverse chiavi, pieno di indagini, di inseguimenti,

di ipotesi, ma anche di sentimenti e di rapporti

umani. Un libro che guarda al futuro prossimo, e ci

propone oggi gli interrogativi che forse domani

saranno realtà.


 

  PARABOLEORIENTALI (25 agosto 2000)

"La Newsletter settimanale della saggezza orientale"

__________________________________________________

 

  SPONTANEITÀ

 

C'era un volta un millepiedi che trascorreva il suo tempo

felicemente.

Un giorno, una rana gli chiese:

«Come fai a coordinare tutti i tuoi piedi?»

Il millepiedi iniziò a scervellarsi per riuscire a capire come

potesse essere in grado di farlo.

E da quel giorno non riuscì più a camminare.

 

 

Quando l'attività mentale pretende di sostituire la spontaneità

delle azioni, il risultato è la paralisi.

 

 

Parabola tratta dal libro di Gianluca Magi, La Via dell'Umorismo.

101 burle spirituali, Panozzo Editore, Rimini 2000 (2a edizione).

 

 

Visita il sito:

http://magi.freeweb.org

 

Iscrivi un tuo amico alla Newsletter Paraboleorientali:

http://www.egroups.com/subscribe/paraboleorientali

 

Leggi le precedenti parabole:

http://www.egroups.com/messages/paraboleorientali